• slider-image

chi siamo

Santo Stefano nasce nel 1962 e deve il proprio nome a quello dei suoi due fondatori: Santo Bertuzzo e Stefano Chemello.
La nostra missione: offrire degli ottimi prodotti con le più complete garanzie di qualità, freschezza e sicurezza.

Da attività di commercio di carne suina e insaccati, nel 1967 comincia a trasformarsi in un centro di lavorazione carni, grazie alla nascita di uno stabilimento destinato alla macellazione e alla vendita di carne bovina. Una scelta chiara, che ha permesso all'azienda di garantire ai propri clienti una attenta e diretta selezione dei capi e il controllo delle fasi di macellazione, conservazione e confezionamento, fino alla vendita. Un approccio alla cura della qualità e della sicurezza dei propri prodotti che da sempre Santo Stefano ha applicato con rigore e competenza al proprio operato.

Nel 1990 Santo Stefano diventa una S.p.A. e negli stessi anni inaugura il nuovo macello: uno stabilimento all'avanguardia, progettato e organizzato secondo le direttive della Comunità Europea, all'interno del quale vengono impiegati solo tecnici specializzati.

Oggi l'azienda conta più di 80 collaboratori e continua ad essere riconosciuta nel mercato per la sua costante attenzione per la sicurezza e la freschezza dei propri prodotti, oltre che per la competenza e la serietà dei propri collaboratori.

  • Origine e selezione delle carni

    Gli animali macellati in Santo Stefano provengono tutti da allevamenti italiani accuratamente selezionati. Vengono scelti in base a precisi criteri che garantiscono l’ottima salute dell’animale e di conseguenza la qualità delle carni.

  • Trasparenza come valore condiviso

    La sicurezza della carne Santo Stefano viene garantita dalla competenza e dalla serietà di collaboratori e fornitori che decidono di applicare le norme in vigore, lavorando con la massima trasparenza. Santo Stefano produce carni attenendosi a queste regole e si impegna affinché gli operatori coinvolti nella filiera lavorino con gli stessi criteri e la stessa professionalità.

  • Formazione, ricerca e sviluppo

    Santo Stefano utilizza i più moderni sistemi di macellazione, lavorazione, conservazione e trasporto delle carni. Cura la formazione del personale e aggiorna costantemente le proprie infrastrutture, in modo che gli standard igienici siano sempre al passo con le più rigide normative vigenti in materia.

Percorso qualità

image Rintracciabilità delle carni

Il sistema di rintracciabilità usato in Santo Stefano permette di risalire, per qualsiasi prodotto di carne, a tutti i relativi dati previsti da leggi e normative, con la precisa e puntuale indicazione di provenienza di tutti i capi, i tagli anatomici e i preparati, lavorati e prodotti nei nostri stabilimenti.

image Bollo CEE

Un sistema informatico aziendale emette in automatico tutta una serie di etichette (scritte e con codici a barre) con il bollo CEE, il numero progressivo di macellazione, la data, la categoria, il peso, classe e grasso dell'animale ed un codice per identificare la carcassa. Durante la macellazione questi dati sono sempre abbinati ai relativi tagli dell'animale. Un processo computerizzato permette alla Santo Stefano di inviare via e-mail ai propri clienti che ne fanno richiesta, tutti i dati relativi ai prodotti acquistati.

image Controlli sanitari e certificazioni di qualità

Negli stabilimenti Santo Stefano il controllo sanitario è rigido ed esteso. La direzione, il responsabile del processo di autocontrollo e il veterinario lavorano assieme, effettuando controlli incrociati, secondo le norme vigenti, le direttive del protocollo HACCP e le prescrizioni del proprio manuale della qualità, certificato CSQA nell'ultima versione 2016. Tre le aree di intervento: il monitoraggio dell’intero processo di lavorazione, il controllo delle forniture (le condizioni in cui arriva il bestiame), i controlli microbiologici di prodotto, ambiente, attrezzature e operatori. Grazie al proprio laboratorio interno di analisi microbiologica l’igiene del prodotto e dell'ambiente di lavoro viene controllata più volte durante la lavorazione dai veterinari ufficiali e dagli operatori appositamente formati.

image Protocollo HACCP

Il protocollo HACCP prevede l’individuazione dei punti critici e di conseguenza attiva una serie di procedure per mantentere elevato il livello di igiene. Esiste un piano di pulizia costante di detersione e disinfezione di superfici, attrezzature e automezzi, tramite personale specializzato. Vengono effettuati monitoraggi delle acque utilizzate negli stabilimenti e si effettuano interventi programmati di derattizzazione e demuscazione, eseguiti da società esperte in materia. Infine tutti i tecnici seguono dei corsi mirati a mantenere elevato lo standard igienico.

Le nostre linee

Santo Stefano S.p.A.

Contatti